Short lift, una soluzione per l'iniziale rilassamento cutaneo

Un intervento ideale quando il cedimento della cute mandibolare è appena percepibile e quello del collo riguarda solo la parte alta.

Quando il rilassamento cutaneo del viso è agli inizi, il cedimento della cute mandibolare è appena percepibile e quello del collo riguarda solo la parte alta, (cioè l’angolo cervico-mandibolare), insomma, quando apparentemente è ancora quasi tutto a posto, ma il viso sta cominciando a perdere lo smalto e la tonicità dei trent’anni e il rilassamento si nota solo in certe posizioni (per esempio col viso rivolto verso il basso, come quando guardiamo la nostra immagine riflessa da uno specchio posato sul tavolo) lo short lift è la soluzione del problema.

 

Lo Short Lift cervico-facciale trivettoriale ultrasonico con sospensione di smas e platysma

Cos’è lo short lift? Non è un mini-lifting, ma un vero e proprio lifting trivettoriale ultrasonico, più contenuto nella sua estensione: anteriormente si ferma alla basetta (e non coinvolge la regione temporale) e posteriormente si ferma dietro l’orecchio (senza interessare le regione occipitale); anche gli scollamenti sono ridotti, ma sufficienti a correggere solidamente le parti interessate. Questo intervento ricrea il tono delle strutture profonde (smas e platysma) che sostengono la cute del viso e ricreano la tonicità e la freschezza di un viso giovane e luminoso.
Questa tecnica consente di ridurre i tempi di ricovero, la convalescenza e i costi di intervento e ricovero, pur garantendo un risultato naturale, solido e duraturo. Ovviamente non è per tutti: chi avrà aspettato troppo dovrà ricorrere al lifting classico.

 

 

Ecco alcuni esempi di Short Lift: “Prima” (a sinistra) | “Dopo” (a destra)

Puoi scorrere le anteprime ed ingrandire quella di tuo interesse e poi con i tasti freccia al pedice delle foto ingrandite visualizzare anche tutti gli altri esempi riportati.

 

Tecnica, decorso, convalescenza | scheda

Tecnica: riposizionamento di SMAS e Platysma con trazioni fisiologiche, scollamento cutaneo ridotto, nessuna trazione sulla pelle, ma solo rimozione della cute che risulta in eccesso.
Ricovero: la mattina dell’intervento
Anestesia: locale con sedazione profonda
Durata: 2 ore
Medicazione: nessuna medicazione alla dimissione
Dimissione: poche ore dopo l’intervento
Convalescenza: 4/5 giorni
Ritorno alle attività normali: dopo circa una settimana