Settoplastica - Introduzione

Un intervento che può essere eseguito insieme alla Rinoplastica

La causa più frequente di una cattiva respirazione dipende dalle deviazioni del setto nasale. Non si tratta di un intervento estetico, ma funzionale, che può essere eseguito contestualmente a una rinoplastica estetica, qualora occorra, oppure singolarmente, quando non è necessario modificare l’estetica del naso. Se necessario potrà essere corretta anche un’eventuale ipertrofia dei turbinati.

settoplastica e rinosettoplastica

La settoplastica consiste nel rimodellamento del setto nasale osseo e cartilagineo attraverso una piccola incisione endonasale.  Quando la settoplastica viene eseguita come intervento indipendente, non ci sarà nessun segno e nessuna medicazione all’esterno del naso. Quando la  viene eseguita insieme alla rinoplastica, non provoca nessun ulteriore disagio.

Settoplastica

Modellamento funzionale conservativo del setto nasale senza cicatrici esterne.

Tecnica, decorso, convalescenza | scheda

Tecnica: modellamento funzionale conservativo del setto nasale senza cicatrici esterne
Ricovero: intervento ambulatoriale (degenza 4, 6 ore)
Anestesia: locale con sedazione
Durata: mezz’ora
Medicazione: posizionamento di tamponi endonasali
Dimissione: due ore dopo la fine dell’intervento
Convalescenza: circa 4 giorni per la rimozione dei tamponi endonasali
Ritorno alle attività normali: l’intervento non compromette la possibilità di svolgere le normali attività

Attenzione!

...alla rinoplastica in presenza di una deviazione del setto

scopri di più

Quando si esegue una rinoplastica estetica in presenza di una deviazione del setto è necessario associare sempre la settoplastica, per evitare un peggioramento della respirazione nasale.

FAQ

Domande frequenti sulla Settoplastica

scopri di più

E’ il caso di sottoporsi ad un intervento chirurgico al naso se non vi sono problemi estetici?
Le persone con problemi di deviazione del setto nasale spesso convivono con oggettivi disagi che si possono verificare nella normale respirazione o nella fase di apnea del sonno e sono più esposte a patologie quali sinusiti e sinusiti croniche.
Non si tratta quindi di un problema da sottovalutare.