I Fillers non riassorbibili a base di gel sono una metodica che ci permettiamo di sconsigliare

L'impianto di una sostanza non riassorbibile nei tessuti molli non si adatta alle modificazioni a cui il volto è soggetto con il trascorrere degli anni.

I fillers permanenti a base di gel hanno dato in passato e continuano a dare problemi e complicanze di non lieve entità.
Oltre al rischio reale di infezioni, granulomi e fistole cutanee, i fillers permanenti impiantati nelle parti molli del viso non si adattano all’evoluzione dei tessuti circostanti non trattati, creando col tempo delle disarmonie molto sgradevoli e quasi impossibili da emendare. Contrariamente ai fillers riassorbibili e a lento riassorbimento, che sono costituiti da sostanze molto più naturali e in sintonia con la normale costituzione dei tessuti, i gel permanenti sono sostanze realmente estranee.

Fillers permanenti Milano

Qualunque filler impiantato nei tessuti molli inevitabilmente li appesantisce: questo non è un problema quando i tessuti sono ancora discretamente tonici, ma diventano un reale handicap quando questi cominciano inevitabilmente a rilassarsi e tale rilassamento sarà accentuato dall’appesantimento.
Questo è infatti il motivo per cui i nostri impianti zigomatici di Radiesse® sono direttamente sovraperiostei, in modo da fornire un sostegno allo zigomo, senza appesantirlo.

I fillers di cui parliamo non sono costituiti da particelle solide, ma sono quelli costituiti da gel iniettabili. In passato usavamo esclusivamente come impianto sovraperiosteo per l’aumento degli zigomi Bioplastique®. Bioplastique® è stato un ottimo prodotto che ci ha dato molte soddisfazioni e per molti anni, ma purtroppo, per motivi esclusivamente commerciali, non è più importato in Europa.

Il silicone liquido

Proibito per legge fin dal 1992

L’impiego di silicone liquido o olio di silicone è proibito per legge fin dal 1992, anche se purtroppo è ancora utilizzato da qualche disonesto scriteriato a causa del suo costo molto basso.
I problemi causati più frequentemente, sia nell’immediato che a distanza di tempo sono:

  • Reazioni infiammatorie croniche con edemi massivi
  • Granulomi
  • Aree fibrotiche dure
  • Aree ipertrofiche deformanti

Il silicone liquido deve essere tassativamente proscritto e chi ha avuto purtroppo la sventura di esserselo fatto impiantare in passato, anche in assenza di complicanze, deve evitare assolutamente l’impiego di qualsiasi altra tipologia di filler nelle stesse zone.